Presentazione della cybertortura, la “cospirazione opaca”

Abbastanza inaspettatamente, il volto del mondo è cambiato notevolmente da marzo 2020, anche se molti ancora non ci vedono nulla di speciale, i più attenti e consapevoli hanno comunque potuto vedere la disintegrazione della democrazia in tempi record.

Così abbiamo visto l’istituzione di un pass sanitario sulla strada per diventare un pass vaccinale rigoroso in Francia, rendendo la vita difficile alle persone titubanti o recalcitranti alla vaccinazione, l’obbligo di vaccinazione per diverse professioni essenziali è stato registrato e recentemente siamo stati trattati per un outing del presidente Macron che ha detto di voler « far incazzare » i non vaccinati.

Tante violazioni della costituzione che passano inosservate, ma per un certo segmento della popolazione delle « democrazie » occidentali, degli stati della SCO (Shanghai Cooperation Organization) e probabilmente nel resto del mondo, questi attacchi allo stato di diritto risalgono indietro di decenni. In effetti, qui sveleremo un programma illegale di repressione cittadina tenuto segreto per troppo tempo, lo chiameremo  »  Cybertortura  « .

Fino a poco conosciuto solo come “  gangstalking  ” nel mondo anglofono, ha cominciato a farsi conoscere in altri paesi europei, una svolta è stata raggiunta il 28 febbraio 2020 grazie al relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura, il professor Nils Melzer che definisce esso come segue  :

“Ci sarebbe sfuggito l’uso delle cybertecnologie con l’obiettivo di esercitare la tortura, la chiameremo cybertortura, è usata per frenare la libertà di espressione su Internet. Può essere utilizzato da stati, società o organizzazioni criminali organizzate. Una maggiore sorveglianza, l’uso di impianti e nanotecnologie sono modi per raggiungere questo obiettivo. Tra le sue tecniche si possono citare l’intimidazione, la molestia e la diffamazione. È stato riferito che diversi servizi di intelligence lo hanno utilizzato per monitorare individui sul loro suolo o all’estero e possono utilizzare robotica, intelligenza artificiale, nanotecnologie, neurotecnologie, prodotti farmaceutici e scienze biomediche . »

La punta dell’iceberg è stata così svelata, tuttavia la parte sommersa è ancora più spaventosa, questa sarebbe stata un’introduzione al calvario vissuto dai  » mirati individui  » ( Targeted Individuals o TI, terminologia applicativa nel gergo legale degli USA ).

Più che il cyberbullismo su Internet e sui social network, dobbiamo fare una vasta gamma di tecnologie nascoste al grande pubblico che ti sveleremo.

Cominciamo con le Directed Energy Weapons ( DEW ), sono il cardine della cybertortura che utilizza onde elettromagnetiche e frequenze dannose. La loro esistenza è ampiamente documentata, vedi il link qui .

Di recente Lain Boyd , professore di scienze dell’ingegneria aerospaziale, ha parlato di queste armi utilizzate in questo contesto, dagli USA per “controllare le folle” con l’ADS ( Active Denial System ). Ha fatto riferimento  alla « Sindrome dell’Avana   » riferendosi a condizioni come insonnia, mal di testa, problemi di udito e malessere tra i diplomatici canadesi e americani a L’Avana, Cuba nel 2016.

Nell’illustrazione seguente hai un elenco più completo dei sintomi

Elenco non esaustivo dei sintomi della cybertortura

Fortunatamente, esistono soluzioni per proteggersi da questo.

Tra le altre tecnologie possiamo citare il monitoraggio neurale remoto (Remote Neural Monitoring – RNM in inglese) il cui numero di brevetto è 3.951.134   , che si può trovare su google. È con questo processo che gli stalker possono accedere alle onde cerebrali per interpretare informazioni visive e uditive, letteralmente « leggere la mente » (!) Questo rientra nel quadro del  »  controllo mentale   » ( controllo mentale in inglese) per quanto poco plausibile Per quanto possa sembrare, è stato confermato dal Dr. Nick Begich, pioniere in questo campo, nel suo libro “Controlling the human mind”. Questa è la logica continuazione del programma segreto declassificato MK Ultraampiamente documentato, nonostante le scuse dei funzionari americani dell’epoca, è ancora rilevante e porta il nome Project Monarch.

Una delle più terribili sono le allucinazioni uditive che utilizzano l’effetto fisico frey, in inglese si chiama voice to skull o V2K . Il suo numero di brevetto è 4.877.027 .

Ma il più pericoloso è il suo utilizzo di microonde che possono causare ustioni di primo grado , questo costituisce un crimine contro l’umanità e merita di essere punito con la pena capitale dai colpevoli.

Ciò che può sembrare surreale è l’uso di ripetitori cellulari (per la telefonia mobile), smartphone, hotspot Wi-Fi, satelliti e persino droni per localizzare, monitorare e aggredire elettromagneticamente le vittime. Da qui l’entusiasmo per la realizzazione al più presto della rete 5G in combinazione con grafene nei vaccini.

Veniamo ora alla parte più terrificante dell’argomento: le molestie organizzate (in inglese gangstalking). Può essere definita come una campagna per demoralizzare la vittima utilizzando autori di reati ( perps ) per danneggiare la tua proprietà, può andare a furto con scasso, aggressione in strada, incidenti stradali premeditati, usano intimidazioni e minacce attraverso l’uso del  »  teatro di  strada « ) gridando cose relative alla tua vita privata sulla base dei tuoi dati personali, che possono indurre la vittima alla paranoia. La polizia può essere protagonista di questi misfatti come documentato dal professore universitario belga Nicolas Desurmont nel suo studio:  » verso un problema di molestie criminali in rete  » sulla rivista internazionale di criminologia e polizia tecnica e scientifica. Queste tecniche sono una continuazione del programma « cointelpro », originariamente un programma dei servizi segreti statunitensi per combattere i movimenti di protesta sociale, in questo caso quello dei Black Panthers, Martin Luther King e Malcolm X. Molti lo vedono come la continuità dell’Operazione Gladio della NATOche era anche un programma di repressione del dissenso comunista, ma anche dei metodi sovietici si sarebbe trasformato in un sistema ultra-repressivo contro qualsiasi cittadino che pensasse e parlasse contro gli interessi dell’élite. Il governo è anche capace di emarginare socialmente un individuo, escludendolo dal mercato del lavoro, nei casi più estremi può finire per strada.

Più che vittime della repressione statale, i soggetti presi di mira sono vittime di esperimenti per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in vari campi, a cominciare dalla robotica, questo può sembrare degno di fantascienza ma accanto al progetto sperimentale MK Ultra, i governi della NATO registrano una serie di esperimenti illegali sulla loro gente, vale a dire l’ esperimento Tuskegee , e l’esperimento sulla sifilide in Guatemala dagli Stati Uniti.

Sul Brain Data Mining

Di fronte a questa ignominia, il Cile è diventato un pioniere nel campo dei “  Neuro-diritti ”, per proteggere la privacy mentale, l’identità personale e il libero arbitrio.

La più grave è la potenziale psichiatrizzazione delle vittime che, incrinate sotto l’effetto di armi psicotoniche o intimidazioni, possono diventare paranoiche ed essere forzatamente internate con una falsa diagnosi di « schizofrenia », invalidando la vittima a volte a vita. Intelligence, polizia e ospedali sono perfettamente sincronizzati quando si tratta di perseguitare un individuo preso di mira che lascia la matrice.

Concluderemo questo articolo informativo con un documentario tradotto personalmente con funzionari trasformati in informatori: Worse Than Snowden.

Per concludere con una nota positiva, il personale utilizzato per portare a termine questi imbrogli non sembra abbastanza grande per esercitare il pieno controllo sull’azienda, soprattutto in questi tempi di risveglio collettivo e non tutti devono preoccuparsi, si consiglia comunque cautela.

Per favore condividi queste informazioni con chi ti circonda per aiutare le potenziali vittime.

Özler ATALAY – Giornalista Indipendente

Votre commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l’aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion /  Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l’aide de votre compte Twitter. Déconnexion /  Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l’aide de votre compte Facebook. Déconnexion /  Changer )

Connexion à %s

%d blogueurs aiment cette page :